Conoscere il 231/01. Corso di approccio al D. Lgs 231/01

Premessa
Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231, ha introdotto la Responsabilità amministrativa delle Organizzazioni/Aziende, che si aggiunge a quella penale delle persone fisiche che materialmente hanno realizzato l’illecito. Secondo tale disciplina, gli Enti possono essere ritenuti responsabili e conseguentemente oggetto di pesanti sanzioni, in relazione a taluni reati, commessi o tentati, dagli amministratori o dai dipendenti. Le tipologie di reato che rendono un’azienda sanzionabile secondo il D.Lgs.231/01 sono di natura diversa, ma possono essere riassunte nelle seguenti categorie: Reati amministrativi, societari, finanziari; Reati nell’ambito della salute e sicurezza (Omicidio Colposo e Lesioni colpose gravi e gravissime causati dall’inosservanza delle norme antinfortunistiche); Reati ambientali (Danno ambientale, Rifiuti, Emissioni, Inquinamento suolo, sottosuolo, Acque). Le sanzioni previste sono di tipo pecuniario (fino a 1,5 milioni di euro), cui si debbono aggiungere quelle definite “accessorie”, che possono arrivare fino alla sospensione dell’attività imprenditoriale per un anno. L’azienda, per evitare di incorrere nelle sanzioni, deve dimostrare di aver attuato una serie di adempimenti organizzativi specifici che costituiscano circostanza esimente, ossia attuare “Modello di Organizzazione e di Gestione”.
Obiettivo

Obiettivo del corso è formare il personale aziendale sugli obblighi e le sanzioni introdotte dal decreto, creando così una base di conoscenza sulla quale valutare quali siano i metodi ottimali per implementare quanto richiesto. 

Descrizione contenuti

Il corso andrà a toccare tutti i punti del decreto, permettendo all’azienda di comprenderne la portata e le possibili implicazioni per la propria realtà imprenditoriale. Verranno descritti gli strumenti che il decreto impone di introdurre in azienda (modello organizzativo aziendale, codice etico, apparato sanzionatorio ed organismo di vigilanza) e le modalità per la loro gestione integrata alle strutture aziendali pre-esistenti.
Si andranno poi ad analizzare le diverse tipologie di reato e la giurisprudenza che le regola, permettendo così di comprendere in che occasioni, a volte occulte, l’azienda potrebbe commettere tali illeciti.
Si collegheranno infine i due aspetti, evidenziando come l’adozione degli strumenti proposti possa migliorare la gestione aziendale creando un sistema organico in grado di limitare al massimo il rischio di commettere reati e, conseguentemente, di incorrere nelle sanzioni previste.

Programma

Introduzione al D.Lgs. 231/01: si analizza il decreto in tutte le sue parti, mettendo in evidenza quelle che possono risultare di interesse per l’azienda.

Reati di natura societaria, finanziaria ed amministrativa: queste tipologie di reato possono interessare l’azienda in diverse modalità (spesso occulte). Tali reati vengono analizzati e trasposti nella realtà quotidiana delle più comuni situazioni aziendali, evidenziando così le potenziali situazioni che possono portare all’illecito.

Reati legati alla sicurezza sul lavoro: l’infortunio di un dipendente viene inquadrato come un reato per il quale è possibile punire l’azienda che non si sia adeguatamente tutelata. Si andrà innanzitutto a comprendere come il 231/01 si correli con la vigente legislazione in materia di sicurezza (in particolare il D.Lgs. 81/08 smi) ed in seguito a comprendere come inquadrare quelle situazioni che possono costituire un presupposto di reato.

Reati di natura ambientale: l’introduzione dei reati ambientali nel D. Lgs. 231/01 (approvato nel Consiglio dei ministri del 7 luglio 2011) costituisce un punto di svolta nella gestione dell’ambiente in azienda. Si analizzeranno le modalità di configurazione del reato, anche qui in correlazione con la legislazione ambientale di settore (precipuamente il D.Lgs. 152/06 smi). 

Individuazione delle aree/processi a rischio reato: una volta inquadrate tutte le tipologie di reato, si introdurranno le metodologie da applicare per valutare e comprendere il rischio di commettere illeciti all’interno dell’azienda. Tale fase è fondamentale per la costruzione degli strumenti che andranno a fungere da circostanza esimente in caso di applicazione del D.Lgs.231/01.

Durata
16 ore
Richiedi maggiori informazioni