Press Releases

Il principale problema degli imprenditori? Una sorpresa arriva da uno studio europeo

“Il prodotto costa sempre di più. La normativa blocca. Le banche non danno contributi”.

Se anche secondo voi questi sono i principali ed unici ostacoli alla competitività delle imprese, il recente sondaggio della Banca Centrale Europea vi stupirà!

Secondo lo studio svolto nel 2016, infatti, il problema prioritario delle imprese a livello europeo non si colloca nel contesto normativo o finanziario, bensì nella crescente difficoltà di trovare clienti (ovviamente che paghino bene, subito e sempre di più).

Green Economy, sostenibilita’ e certificazioni ambientali: la CFP

Marchi efficaci ma anche sigle poco comprensibili che non supportano le imprese nel far conoscere i propri comportamenti virtuosi, né aiutano il consumatore a capire i prodotti che sta acquistando: questo il mondo delle certificazioni e dei marchi ambientali, che le aziende percepiscono troppo spesso esclusivamente come il prezzo da pagare per auspicarsi di entrare fra i fornitori di grandi imprese, o nel mercato degli acquisti green. Vi è quindi la necessità di mettere ordine nel composito mondo delle certificazioni, affinché queste possano fungere effettivamente da strumenti utili per la competitività aziendale.

La formazione continua quale chiave di sviluppo economico e sociale

Negli ultimi anni si va sempre più configurando in tutti i Paesi europei come vera e propria emergenza il fenomeno dei NEET-Not (engaged) in Education, Employment and Training: un’indagine sociologica realizzata dall’ISFOL su un campione di 1014 giovani, nella fascia di età compresa tra i 25 e i 34 anni, ha rilevato come 715 di questi si trovassero in condizione di inattività. Per riuscire a rendere l’Europa un sistema economico e sociale integrato in grado di coniugare competitività ed equità sociale è centrale il ruolo delle attività e dei percorsi di educazione e formazione che i singoli stati membri saranno in grado di varare, sulla base delle raccomandazioni dell’Agenda 2020.

Investi in Sicurezza, proteggi il tuo business

Molte le novità di quest’anno in materia di Sicurezza obbligatoria: modalità e-learning anche per la formazione specifica a rischio basso, nuovo modello OT24:2017 per accedere alla riduzione del tasso Inail, aggiornamento obbligatorio della valutazione dei rischi derivanti dall’esposizione ai campi elettromagnetici, abolizione della firma del lavoratore sul certificato d’idoneità, modifiche per la formazione degli RSPP, nuova individuazione dei soggetti formatori e del sistema di accreditamento, che di fatto elimina gli enti bilaterali, sono solo alcune delle disposizioni previste dal nuovo Accordo stato Regioni, siglato il 7 luglio 2016.

Il Tecnologo alimentare in azienda: professionista poliedrico per affrontare i trend di un mercato in costante ascesa

Un export che nell’ultimo decennio è cresciuto a velocità doppia rispetto al totale delle esportazioni italiane, con un valore aumentato dell’83,8%, 1,2 miliardi di persone che nel mondo comprano ogni anno un prodotto a marchio italiano e 750 milioni di consumatori fidelizzati: questi i numeri dell’industria agroalimentare italiana. La buona reputazione della dieta mediterranea sfrutta poi il trend della crescente attenzione, soprattutto nel mondo occidentale, al binomio gusto&salute e, più in generale, ad aspetti inerenti la sicurezza e il benessere.

Formazione continua: corsi e allievi in aumento. Crescono le adesioni ai fondi interprofessionali

31 mila i piani formativi approvati nel 2014 e 2,6 milioni gli allievi che hanno partecipato alle attività educative: questi i dati che emergono dall’"XVI Rapporto sulla Formazione Continua in Italia", elaborato dall'Isfol per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.I piani approvati nel 2014 sono incrementati di 2 mila unità rispetto all’anno precedente, arrivando a coinvolgere oltre 59 mila imprese.

Aiutare le aziende a vendere all’estero: Export Manager e Internazionalizzazione d’impresa

Il commercio estero è oggi più che mai una necessità. Per tutte le imprese, di qualsiasi dimensione e settore, l’internazionalizzazione è la via obbligata per crescere e ipotizzare uno sviluppo continuativo. Di seguito vengono presentati  i servizi ErgonGroup di informazione, formazione ed assistenza ad hoc per abbracciare tutte le principali espressioni del fare impresa all’estero.

Il Sistema Qualità per individuare e gestire i rischi aziendali più a cuore all’imprenditore

Questo il tema del workshop “UNI EN ISO 9001:2015 – DAL DIRE AL FARE: LA QUALITA’ PIU’ UTILE ALLA TUA AZIENDA”, organizzato da ErgonGroup, con il supporto tecnico di IMQ. L'approccio metodologico ErgonGroup alla nuova edizione della ISO 9001 per una gestione aziendale nell’ottica del Risk based Thinking.